L´asessualitá

L´asessualitá

0 | 2374 Visite

Ancora sconosciuta al giorno d'oggi ai piú, l´asessualità è ancora fuori dagli argomenti di conversazione e dalla vita di ogni giorno di molti di noi. Quello di cui dobbiamo essere consci é che l'amore si realizza in sfaccettature molto diverse. Essere consapevoli di questo orientamento sessuale aiuta a saperne di più sulla complessità della sessualità di cui sentiamo parlare. Eppure ci sono forme di rapporti e comportamenti che, almeno al primo impatto, possono apparire inconsueti ed inquietanti.  

L´asessualitá é definita come: “Rinuncia consapevole a intrattenere relazioni sessuali per mancanza di pulsioni libidiche.” Qui trovate l´elenco  completo ufficiale delle terminologie legate al tema.

 

L'asessualità: che cos´ è?

Questo orientamento sessuale è stato riconosciuto solo negli ultimi anni. L'avvento di internet ha permesso a queste persone di scoprirsi e scambiarsi opinioni sui social network o nei vari siti.

Il più noto di questi è Aven (acronico per Asexual Visibility and Education Network), che è stato lanciato nel 2001. Piú recentemente il sito ha sviluppato anche una versione italiana chiamato “la comunitá degli asessuali italiani”. L´assenza di attrazione sessuale da parte degli asessuali può durare un periodo di qualche anno o puó estendersi per tutta la vita. Questo non significa che gli asessuali non abbiano sentimenti. Al contrario, queste persone spesso cercano o creano spesso storie d'amore. Amare un asessuale o essere in una vera e propria relazione con una persona che non ha interamente coscienza della propria sessualitá puó essere frustrante ed estremamente doloroso, ma questo argomento merita un articolo separato, ci ritorneremo.

 

 

Asessualità e l'astinenza

 

Si tratta di due realtà molto diverse. L'astinenza è un scelte di vita derivante da unadecisione consapevole, mentre l´asessualitá, è considerata un vero e proprio orientamento sessuale. Ovvero si astengono dal sesso, ma senza rinunciare effettiavamente a qualcosa, data la mancanza di desiderio sessuale.

Come contro la maggior parte dei asessuali non si percepiscono come astemi a tutti, dal momento che si privano di nulla. Il sesso non significa necessariamente che l'amore e, quindi, o viceversa, l'amore non avrebbe bisogno di entrambi i sessi. I sentimenti d´amore possono anche essere espressi e vissuti in modi diversi.

 

 

Malfunzionamento?

 

Uno studio scientifico condotto nel 2004 ha stimato che, a livello mondiale, il numero di persone asessuali che non ha mai avuto alcun rapporto carnale sia pari a circa 70 milioni di persone, vale a dire l´equivalente dell1% della popolazione. Contrariamente a quello che si puó pensare non esiste alcun malfunzionamento del corpo o della mente. Non c'è bisogno per queste persone di fare terapia con uno psicologo o sessuologo, soprattutto perché la maggior parte é soddisfatta del proprio orientamento sessuale.

Il movimento "No Sex" ha cominciato, da circa venti anni, a farsi avanti e affermarsi sempre di più. "Queste persone non sono malate", sostiene Anthony Bogaert, professore di psicologia presso l'Università Brook in Canada e l'autore del libro intitolato "Comprendere l´asessualità". Si spiega infatti che “nonostante l'esistenza di queste persone rappresenti un forte contrasto nella nostra società, che è in realtà iper sessualizzata, sono 'normali' quanto quelli che preferiscono le persone dello stesso sesso (omosessuali), chi é attratto dal sesso opposto (eterosessuali), e coloro che amano entrambi i sessi (bisessuali)... l´asessualitá è il quarto orientamento sessuale della razza umana.”

 

 

Incomprensione e la preoccupazione delle persone

 

Di fronte alle incomprensioni e le preoccupazioni di coloro che li circondano, molte persone asessuali spesso si trovano "in difetto". Hanno infatti paura di non essere compresi da amici e parenti, e che possano essere giudicati. Alcuni, addirittura subiscono anche atteggiamenti apertamenti ostili, ma provano vergogna ad esprimere onestamente quello che sentono, temendo una disapprovazione generale.

Una giovane donna di nome Cathy asessuata sintetizza il suo pensiero: "Non sento né paura o disgusto verso il sesso, ma semplicemente, una certa distanza. Si potrebbe paragonare ad un scarso interesse per i dolci.” Cathy teme anche di essere percepita come una sorta di “strana bestia” o completamente pazza. Ci sono un sacco di persone simili a Cathy, che decidono ad un certo punto della loro vita, di "chiudere la porta" ai rapporti sentimentali di qualsiasi genere una volta per tutte. Tuttavia, questa decisione può avere gravi conseguenze, e spesso portare alla solitudine.

Un´altra asessuale adotta un atteggiamento diverso: vive la sua relazione amorosa senza sesso. Esiste infatti un secondo gruppo di asessuali che riesce a sviluppare la propria vita senza rinunciare all´amore e alla serenità. Questi ultimi accettano e vivono il proprio orientamento sessuale nella sua pienezza, con la convinzione di incontrare una persona dello stesso orientamento, e trovare la felicità altrove da sotto le lenzuola.

 

 

Alla ricerca di un amore platonico

 

Spesso la mancanza di cercare a tutti i costi di essere "normali" asessuali vogliono una relazione romantica con qualcun altro. E 'del tutto possibile sperimentare l'attrazione romantica (amare qualcuno) senza provare attrazione sessuale (fare l'amore). L'attrazione può assumere molte forme: estetica, sensuale, intellettuale, ecc..

 Talvolta l'attrazione è diretta verso un genere particolare. Queste diverse forme di relazioni sentimentali sono chiamate omoromanticismo, eteroromanticismo, panromanticismo o biromanticismo.

 

 

 

 

E voi cosa ne pensate? Ne avete sentito parlare? Conoscete qualcuno con questo orientamento? Come vivreste la vostra vita senza sesso? Scrivetecelo nei commenti!

 

 

 

 

 Photo: © Fotalia - alessandro0770

 

EMILIA31, 24.01.2017

onchanto
2 | 14.08.2020 20:20

ma perchè occorre stigmatizzare, quasi fosse una malattia un semplice atteggiamento di rifiuto al consenso a un trend così soffocante come quello del " sesso a tutti i costi " propinato in tutte le salse , da tutti i media ?

W la libertà,

Evuccia
1 | 30.01.2017 19:38

Credo d'aver sviluppato una forma di rifiuto al sesso proprio perche' percepisco l'unico desiderio di maschio e' quello sessuale. Non ho mai approfondito l'argomento in senso "scientifico", ora lo faro' con grande curiosita' grazie a questo articolo e vorrei conoscere le persone che la pensano come me. Eva.

dianaw
0 | 27.01.2017 18:15

certo che si può, ma è molto difficile essere compresi, e si rischia davvero una gran solitudine!

marghe55
0 | 27.01.2017 15:13

non e' che bisogna x forza fare sesso si puo' vivere anche senza... ve lo dice una che ha avuto 3 figli ,ma ora pur essendo sempre sposata da ben 45 anni ,e' da circa 5 anni che non fa piu' sesso ,non me ne frega piu' niente ,non ne sento la necessita' ,percio'...