Cucinare insieme per risvegliare la passione.

Cucinare insieme per risvegliare la passione.

3 | 298 Visite

 

Secondo vo,i esistono nella vita reale coppie che assomigliano e si comportano come quelle che ci vengono proposte negli spot pubblicitari?

 

Questa riflessione riguarda in particolar modo le coppie che vengono ritratte mentre cucinano insieme: i due si rivolgono amorevolmente l’uno all’altro e sono ovviamente belli e in perfetta forma fisica, qualsiasi età abbiano; in una cucina modernissima e ordinata vengono tritate verdure multicolore, preparati sughi stuzzicanti e insalate freschissime che andranno a rallegrare il palato della famiglia o degli amici, anch’essi naturalmente briosi, vivaci e immancabilmente di bell’aspetto.

Che siano una macedonia, una tartare o un minestrone ad essere preparati e consumati insieme, l’atmosfera in cui si muovono i due protagonisti è sempre romantica, serena e spesso addirittura sensuale come nel caso dello spot di una famosa marca di pizza surgelata in cui, in una cornice architettonica favolosa, una coppia gusta voluttuosamente triangolini di pizza con gran partecipazione di sensi. Lo spettatore si può ben prefigurare l’epilogo della serata che, con ogni probabilità, vedrà i due impegnati in voluttuose effusioni amorose.

 

 

Cucinare insieme fa bene alla sessualità.

 

 

Da un recente studio sembrerebbe emergere un collegamento tra il cucinare e mangiare insieme e la frequenza della vita sessuale all’interno della coppia. A fronte di una regolare condivisione delle mansioni culinarie, il 68% degli intervistati ha dichiarato di avere un’attività sessuale plurisettimanale mentre solo per il 48%, la frequenza scendeva a una volta al mese.

 

Qual è la ragione per cui coloro che cucinano insieme avrebbero una vita sessuale più attiva?

 

Alla fine di una giornata faticosa, trovarsi a fare la spesa e impegnarsi insieme dietro i fornelli può costituire un momento di riavvicinamento e interazione della coppia. Nel preparare a quattro mani le pietanze più gradite si rinforza l’intesa, si diventa un team che per funzionare ha bisogno di complicità e capacità di comunicazione verbale e non verbale. In questo modo si riesce anche rendere piacevole e divertente un’attività spesso monotona per chi la pratica quotidianamente.

Già il primo quesito riguardo cosa si voglia preparare per la cena o il pranzo, dietro la sua apparente banalità, offre un’occasione per parlare e ascoltare i desideri di ciascuno. Cucinare qualcosa di particolare significa predisporre qualcosa di speciale per sé stessi e per il partner, aprire la strada al buon umore e alla complicità, preludio fondamentale ad una eventuale successiva corrispondenza di amorosi ( e passionali) sensi.

Inoltre chiacchierare mentre si cucina insieme, rende più facile approfondire la conoscenza per le coppie neonate e affrontando anche argomenti delicati che vengono sdrammatizzati, alleggeriti dal contesto inusuale e possono essere trattati con più serenità.

 

La cucina: anticamera del piacere.

 

Cucinare è già di per sé un atto fatto di sentimento, sensualità, piacere. Cucinare bene significa saper affascinare l’altra persona attraverso tutti i sensi.

Farlo in due significa anche condividere spazi limitati, che vuol dire trovarsi fisicamente vicini. Ci si sfiora, si sta gomito a gomito, ci si gira intorno come in una inconsapevole danza di corteggiamento. Ci si rivolge l’uno all’altro per chiedere o offrire aiuto e dare suggerimenti, ci si scambiano i ruoli per valorizzare le capacità personali di ciascuno.

Quante risate possono scaturire da un errore o quante fantasie erotiche possono nascere solo dall’osservare il partner concentrato sui fornelli, soprattutto se vederlo in tale veste non è cosa consueta?

 

E per concludere vi propongo una citazione di Manuel Vázquez Montalbán che mi sembra particolarmente appropriata:

"Non si sa di nessuno che sia riuscito a sedurre con ciò che aveva offerto da mangiare; ma esiste un lungo elenco di coloro che hanno sedotto spiegando quello che si stava per mangiare"...

 

 

Foto: (c) HQALITY/fotolia.com 

 

 

E voi cosa ne pensate? Vi piace condividere la cucina con il vostro partner? Credete che cucinare insieme possa influenzare l'intimità tra due persone?

 

 

EMILIA31, 03.05.2018

Michela V.
0 | 03.05.2018 13:54

Pienamente d'accordo! Il sesso e il cibo hanno un legame stuzzicante dai tempi dei tempi!
Oltre agli spot pubblicitari anche nel cinema è stato di scena spesso questo tema rendendo l'atmosfera dolcemente sensuale. Infondo, la bocca e il gusto sono elementi notevoli della sessualità.
Ho dolcissimi ricordi del "cucinare insieme": il legame intimo si fortifica, i sapori stuzzicano, l'attesa...aumenta il desiderio.
E c'è da aggiungere che il cucinare insieme è anche terapeutico: condivisione, fantasia, tempi d'attesa, divertimento e gioia per il risultato finale.
Quindi?!? Cosa aspettate?! Tra una passeggiata e l'altra, tra un film e una doccia, cucinate insieme qualcosa di gustoso e stuzzicante!
Buon appetito!